Post scriptum

 

 

 

 

 

 


 
A chiosa del sito,
di autori anonimi, sconosciuti, noti,
brevi riflessioni,
meditazioni, esternazioni,
considerazioni, opinioni,
apparentemente senza un filo conduttore.
A te, lettore volonteroso e paziente, scovarlo.
Scrolla dopo l'opera di Boschi,
la riflessione di Galimberti,
nell'indice troverai l'elenco dei temi trattati.

 

 

 

 

 

Post scriptum. Anna Boschi.

 
 

 

 

Gli anni che stiamo vivendo sono caratterizzati da quei processi migratori
che inevitabilmente sfilacceranno i confini dei nostri territori
che avevamo assunto come recinto della nostra sicurezza.
Il prossimo, sempre meno simile a noi e sempre più "altro",
ci obbligherà a fare i conti con la "differenza",
e adatto sarà solo chi si sarà allenato per tempo,
come sembra sia facile ai bambini i quali, se non indottrinati,
giocano naturalmente con i loro coetanei di tutti i colori,
di tutte le lingue, di tutte le religioni, di tutte le usanze e di tutti i costumi.
Perché così sarà il mondo,
e "straniero" finirà con l'essere chi ancora, tardivamente,
si arrocca sull'origine dei propri natali e sul sangue dei padri.

 
Umberto Galimberti


 

 

 

 

 

Indice


Gaza. La guerra agli ospedali.

Palestinesi.

Dal Vietnam a Gaza.

Islanda oggi, eruzioni e rivoluzione francese.

L’informazione corrotta.

Gli italiani, secondo i viaggiatori dei secoli scorsi.

Xin Zhui.

A muso duro.

Vitium nefandum. Crimini sessuali e clero tra età moderna e contemporanea.

Tanti auguri reggiseno: 1912 / 2022.

Siamo frutto dei geni, dell’educazione e magari anche del caso.

La sconfitta della morte.

Gino.

Contro lo smartworking.

Il "falso ricordo".

Guerra da salotto.

Le sacrificate dello zucchero.

Pandemicene.

Il disco di Festo.

Velasquez.

Perché sono ateo.

Una guerra nata dalle troppe bugie.

Mani Pulite. 30 anni dopo.

In memoria James Bond.

L’elezione (del presidente della repubblica) spiegata dalla cuoca cinese di mia zia.

Fred.

Alicudi allucinogena.

Profumi.

Formiche psico-attive.

Immunità di sciame.

Nostalgia.

The dissident.

Mi chiamo Alberto Paolini.

Sealand.

Covid-19: numeri senza spiegazione.

Umberto e il covid19 II parte.

Tutti mentono.

Bansky & Louise Michel.

Giovanni Pascoli.

Montanelli non merita una statua.

In Africa i mercenari sono sempre più richiesti.

Il macabro bilancio.

Andrà tutto male.

Archeolatrine: un luogo del sapere.

Viaggiatori d’altri tempi.

La civilizzazione.

Incontriamoci in quel punto li.

Formidabili quegli anni.

L’innominabile realtà della violenza. Note su Joker.

Coppi Fausto.

Quando l’incompetenza è inconsapevole.

Il futuro di "Blade runner" è qui (o quasi).

I terrapiattisti sono degli idioti?

Il prezzo occulto del cibo a basso costo.

Le percezioni distorte degli italiani.

Sindrome del savant.

Il culto italiano della personalità.

Dove finiscono antibiotici e farmaci vari.

Tattoo.

Padri, padroni e padrini del nostro immaginario.

Gli italiani non esistono.

Il (sano) egoismo che salva le relazioni.

Morbillo e no-vax.

Un’aliena senza smartphone.

Cristoforo Colombo.

Inquinamento.

Gli 11 settembre 16 anni dopo.

Nanni.

Le società del malessere.

Depilarsi le sopracciglia.

Che diavolo è la giovinezza?

I bambini che non giocano più.

Fuocoammare.

Afghanistan 2017.

Il ragioniere.

Sussurri e grida dal sottosuolo.

Educare al conflitto.

Biopirateria.

La cintura di castità.

La repubblica dell’ignoranza.

Dialogo con Cornelius Noon.

La via del sole.

Il ciclo.

Al lupo, al lupo!

Mail dall’Isis.

La bocca sollevò dal fiero pasto...

Placebo.

Filiazione e etnologia.

Fantasma d’amore.

Outlet.

Happy hour.

Quelle come me.

Elogio della malinconia.

Greenwashing.

Il tempo perduto dei bambini.

La satira... e chi si offende.

Foodporn.

L’eremita.

Rovers & Sitters.

Il tesoro di Dio.

Inventori di malattie.

La coerenza.

La burocrazia psichica.

Allo specchio.

Trashed.

Telespazzatura.

Urupia.

Biodinamica.

Oscillococcinum.

JFK.

Gli emeriti coglioni.

Banchieri e agricoltori.

Capacità decisionale e temperatura ambiente.

Il poeta.

Kiskanu.

Ammazza il viso pallido.

Franca.

Primitivismo pedagogico.

Se un giorno...

Mediterraneo.

Agbogbloshie.

Ogni cosa si fa per sfuggire all’idea della morte.

L’appetito edonico.

Dedicato a un introverso.

Vecchio lupo solitario.

L’economista italiano.

Lory.

Marketing selvaggio.

Tupilaq.

Yanez.

Elogio della camporella.

Erano i fantastici anni ’60.

A 40 anni: in ricordo di Giangi.

La creatività, ovvero dello spegnimento del cervello.

Albanese (Antonio).

L’utero è mio, e lo gestisco io... ante litteram.

Psicoterapia e omologazione.

Tango.

B side.

Una donna.

Il tinello.

Muhammad Alì.

Caravaggio.

Manipolazione della coscienza/conoscenza.

Maschile/Femminile.

Entomoculinaria.

Gli inconvenienti della informatizzazione della scuola.

La civiltà dell’apparenza.

Il bacio.

Romantic moments.

L’italiano.

Nutella.

Formiche.

L’amaca e il granchio.

Clisteri psicoattivi.

Sbatti il mostro in prima pagina.

Psicopatolgia del cellulare.

L’oppio dei popoli.

L’odore.

Il giornalista.

1968-1978.

Impariamo dagli indigeni delle Andamane.

Cuore di tenebra.

Streghe.

Diritto al delirio.

Bellocchio.

B.B.

La dignità.